La Robur di Grottammare

(foto di cui ringrazio Luigi Rubicini)