Board logo

Cerco info sulla tragedia del Colle delle Quaglie
webstudy - 20-5-2003 13:02

Volevo sapere se c'erano foto d'epoca o disegni della tragedia, disegni del molo prima e dopo la tragedia... un po' di tutto
Grazie
mercoledì 3 aprile 2002 - 12.08.39
webpower@libero.it


Pascalpan - 22-10-2003 18:12

Non so nulla di questa tragedia, posso sapere di cosa si tratta?
grazie.


prof. Aristide S. - 22-10-2003 19:37

Ma... questo post di webstudy c'è da tantissimo tempo, nessuno è mai intervenuto, forse proprio perché, come per te, non è del tutto chiara la tragedia alla quale ci si volesse riferire.
Il Monte delle Quaglie è la collina subito a nord di Grottammare, delimitata dal Fosso di Santa Lucia - lato Grottammare - e dal Fosso dell'Acqua Rossa - lato Cupra. E' una zona di grande rilievo archeologico e pare che fosse densamente abitata in epoca preistorica. In epoca storica è stata nel tempo sempre più abbandonata, a causa della natura franosa del terreno. Nel corso degli ultimi secoli è stata segnata da numerose e tragiche frane, di cui si ricorda quella veramente disastrosa del '600 e l'ultima - abbastanza recente - risalente credo agli anni trenta dello scorso secolo. In mare ci sono ancora - la maggior parte sommersi ormai dall'acqua - gli scogli scaraventati dalla furia degli elementi nelle successive epoche, e addirittura uno di questi scogli - detto di San Nicola, piuttosto al largo, meta abituale delle nuotate (senza pinne!) di quelli della mia generazione - prendeva il nome da una chiesa - sul Monte delle Quaglie, appunto - finita di netto in mare con una di quelle frane e di cui lo scoglio sarebbe stato una grossa parte della muratura, fondamenta comprese.
Probabilmente la tragedia a cui si riferisce il post è relativa a una, forse l'ultima, di quelle frane.
Il colle delle Quaglie è stato anche teatro - durante l'ultima guerra mondiale - di importanti ed eroiche azioni partigiane. In un'altra sezione di questo forum c'è un accenno a un grande comandante partigiano grottese, Pio Salvi, che appunto operava con un manipolo di uomini coraggiosi su quelle colline.
Pio Salvi era il figlio primogenito, omonimo, dell'avv. Pio Salvi, insigne avvocato e brillante poeta dialettale grottese, di cui in queste pagine sono riportate diverse poesie piene di garbo e di intelligente ironia, e forse sarebbe il caso che Grottammare non dimenticasse né il padre, né il figlio.


Pascalpan - 3-11-2003 20:12

Ringrazio il professore per la delucidazione. Non vedo l'ora di poter fare una nuotata fino allo scoglio, sono sicuro che conoscendone la storia potrò apprezzarne meglio l'amenità.