Forum di Grottammare
 Non riconosciuto.
Se vuoi inviare un messaggio
devi iscriverti e riceverai la password.
Se sei già registrato
invia direttamente il tuo messaggio
:
ti verranno richiesti userid e password
al momento dell'invio
e il login avverrà contemporaneamente.
Il login non è necessario per la sola lettura.
Non entrato

Rispondi
Who Can Post? All users can post new topics and all users can reply.
Nome Utente:  Vuoi registrarti?
Password:  Forgot password?
Titolo: (optional)
Icona:
Formatting Mode:
Normal
Advanced
Help

Insert Bold text Insert Italicized text Insert Underlined text _insert_centered Insert a Hyperlink Insert Email Hyerplink Insert an Image Insert Code Formatted text _insert_quote _insert_list
Message
HTML is Off
Smilies are On
BB Code is On
[img] Code is Off

Disabilita Smilies?
Vuoi usare la Firma?
Turn BBCode off?
Vuoi ricevere un avviso se qualcuno replica al tuo messaggio?

Topic Review
paoloturco

inserito in 10-3-2003 at 12:02

Trascrivo la discussione dal precedente Forum.

Grottammaresi o Grottesi?
Negli ultimi anni è venuta fuori l'usanza di chiamare gli abitanti di Grottammare "Grottammaresi", e in tutte le occasioni ufficiali, nei numerosi libri che vengono scritti, nei discorsi delle Autorità, e - purtroppo - anche nel parlare della gente comune, indifesa dalla strisciante corruzione del linguaggio, si sente ora sempre di Grottammaresi, quasi che Grottesi fosse errato.
Ma, sinceramente, credo che, nel caso, sia errato proprio il nuovo, antipatico termine, che mi sembra artificioso e fastidioso come lo sarebbe un "firenzesi" per gli abitanti di Firenze.
Fin da bambino ho sempre sentito dire "noi grottesi", in dialetto e in italiano, da tutte le persone, semplici, colte o coltissime, e altri della mia età che ho interpellato sono concordi; d'altra parte Grottammare è sempre stata Le Grotte e non vedo perché si debba rinunciare all'aggettivo che ci spetta.
Forse perché ci sono i grottesi di Grottazzolina?
Ohibò.
Se non potessimo chiamarci grottesi sia noi che loro (ma dove sta scritto?), saranno loro i Grottazzolinesi!!!
Anche l'ordine alfabetico e l'importanza del luogo ci sono a favore.
Ma, mi chiedo, chissà se tra i nostri vicini ripani c'è qualcuno che si dice "ripatransonese"?
E i sambenedettesi come se la caveranno?
Chiedo lumi.
Paolo
giovedì 13 settembre 2001 - 20.55.13

Fossero questi i problemi...
Non suonerà molto bene ma almeno, in quel grottammarese, c'è un evidente riferimento al mare. Per i ''furestire'' grottese invece potrebbe evocare un'immagine bucolica, di gente rustica e di campagna che vive in grotte e caverne.....
Questa è il mio modestissimo parere, ma effettivamente potrei sbagliarmi!
Certo è che in questi giorni tristi, in cui la speranza viene meno e si alzano venti di guerra, potremmo sollevare ben altre discussioni piuttosto che queste frivole considerazioni.
Ciao!
Domenico
sabato 15 settembre 2001 - 2.54.26

'Grottammaresi' mica male per un paese marinaro
Io credo che sia giusto ''grottammaresi'' anche perchè grottesi sono chiamati i cittadini di Grottazzolina e poi penso che chiamarsi grottammaresi non è brutto, anzi dà il senso di essere cittadini di un paese marinaro.
Antonio
martedì 18 settembre 2001 - 16.01.36

la verità vera
viva i Gromaresi
(N.D. Abbaye inscr. 456 tom.IV lib. 2 )
Marco
domenica 14 ottobre 2001 - 10.01.57

Grottesi o...
Certo che è un bel quesito: grottesi o grottammaresi (propendo per il primo)... non importa; quello che conta è che "seme nati ecche".
Filippo
martedì 27 novembre 2001 - 17.03.00

Grottammaresi o Grottesi
Io credo (ma è una mia opinione) che il termine grottesi sia stato una conseguenza della storia del nostro paese. Grottammare ha assunto tale denominazione definitiva solo nell'800. Prima veniva identificata come grocte a mare e nel dialetto locale la parola veniva storpiata in llegrotte. Veniva con se denominarsi grottesi. Tale è successo con Ripatransone, in antichità e in dialetto erano le Ripe.
Con l'Unità d'Italia molti nomi di paesi, per uscire dall'omonimia ripetitiva sono stati costretti ad aggiungere identificativi: per S.Benedetto fu aggiunto Tronto, per distinguersi da S.benedetto Po, ecc. Ci fu qualcuno che ne approfittò per rifarsi una verginità storica (!!?!) e un titolo nobiliare: è il caso di Marano che volle chiamarsi Cupra Marittima pur sapendo che la Cupra picena (diversa dalla Cupra romana) è Grottammare con il suo tempio della dea Cupra (oggi S.Martino).
In questa modernizzazione di nomi, mi sembra corretto il nome di Grottammaresi anche perchè il mare (e la nostra marineria) hanno diritto ad un riconoscimento di merito e ad un distinguo culturale.
Molti anni fa, l'amico Silvestro coniò il nuovo appellativo di Grottammarista: è un modo per dare possibilità all'amante di Grottammare (ma non grottammarese) di identificarsi con questa comunità. Che ne dite ? Io personalmente l'ho accettata.
Lillo
giovedì 27 dicembre 2001 - 9.17.09

Grottesi, per favore...
Grazie Lillo per il tuo ben calibrato intervento.
Certo anche a me va bene il Grottammarista di Alberto Silvestro, inteso come appassionato filo-grottese come lui stesso è.
Ma per noi che ci siamo nati, mare o non mare, questo grottammaresi è venuto fuori tardivamente, costruito freddamente sul nome Grottammare e io non riesco a sentirlo mio. Ti ripeto, mi suona come un firenzesi al posto di fiorentini o come se qualcuno se ne uscisse un giorno con ripatransonesi al posto di ripani.
Non discuto che per vari motivi a lungo andare il nuovo nome forse prevarrà sul vecchio, ma chi ama il proprio dialetto e ama tutelare e conservare le tradizioni locali, secondo me ha il dovere di difendere anche la dizione classica di grottesi...
Paolo
domenica 30 dicembre 2001 - 23.45.42

grottammaresi e grottesi
Volutamente metto una e tra grottammaresi e grottesi. Da un punto di vista storico, come origine, credo che grottesi è la dizione esatta. Ma esso è legato come conseguenza al nostro linguaggio dialettale e come tale dà l`idea di una non nobiltà, nel senso di una ristrettezza di terminologia tipica di ogni dialetto.
Siamo rimasti in pochi come grottesi puri, ed anche il nostro linguaggio ufficiale si è adeguato a questa moderna comunità ormai invasa da non grottesi e questo produce effetti devastanti anche sul piano urbanistico. Cito un es.: il nuovo Corso ha coperto il ciottolato ottocentesco che era venuto fuori con lo smantellamento del manto stradale. L`unica voce che ha ufficializzato tale protesta presso la Sovrintendenza è stata del sottoscritto.
Sono un convinto assertore che il nostro dialetto è migliore di molti altri (il sanbenedettese, ad es., mi appare volgare) e se non interverranno azioni culturali tendenti a trasmettere alle generazioni non grottesi la nostra cultura dialettale credo che i libri dialettali di Mario Petrelli saranno l`ultima fonte per i grottesi e la loro identificazione.
Forse ho divagato troppo sulla tematica di questo forum, non mi sento un globalizzato, ma la battaglia per la sopravvivenza del grottese sta nel suo dialetto.
lillo
mercoledì 2 gennaio 2002 - 10.24.00

grottammaresi o grottesi
In un mio precedente intervento ho detto che per me era più giusto Grottammaresi, ma ho constatato che nel 1889, data a cui si riferisce il libro dell'on. Alceo Speranza GUIDA di GROTTAMMARE, i cittadini di Grottammare venivano chiamati Grottesi.
Sono d'accordo con Lillo quando dice che solo il dialetto può salvare i grottesi dalla perdita della propria identità culturale.
Riterrei necessario che le Istituzioni, oltre a stampare libri in dialetto, organizzassero corsi di dialetto soprattutto tra i ragazzi.
Ho sotto mano un libricino meraviglioso in dialetto stampato negli anni 20, intitolato POSQUE, di Pio Salvi. Credo che si potrebbe proporre di farlo studiare ai nostri scolari.
Un saluto.
Antonio
giovedì 3 gennaio 2002 - 0.45.18

Grottammaresi o...
Nel mio precedente intervento ho accennato ad una bella poesia in dialetto dell'Avv. Pio Salvi, è stato sindaco della nostra bella Grottammare, intitolata POSQUE. Ritengo che questa poesia sia bellissima perchè ci fa rivivere tutto il periodo pasquale dei tempi nostri; essendo molto lunga trasmetto le prime due quartine:
La Dumaniche prime de' sta feste,
se 'nfiocche 'nghe la gljve tutti quonte!
Du 'astò la Porme nen ce stò tempeste......
Guòrde che ffò 'nu sbruffe d'ocqua sonte!
Eppù lu Lluneddì è nu parapiglie
Ummene e donne vò 'ppurò l'ufferte...
E pre carre a vedà le bbèlle figle,
li 'giuvanòtte pu'...stò tutt'all'erte!
Tanti saluti a Paolo e Filippo da Antonio
Antonio
sabato 5 gennaio 2002 - 20.15.22

Posque
Grazie, Antonio, di queste due simpatiche quartine di Pio Salvi.
Se mi mandi tutta la poesia (basta che la passi sotto lo scanner, poi penso io al resto) la pubblichiamo su queste colonne. Ci conto, penso che sarà apprezzata.
Paolo
domenica 6 gennaio 2002 - 23.06.03

<http://www.paoloturco.it/piosalvi/>
Grazie, 'Ndo'. La poesia è in rete all'indirizzo indicato qui sopra.
Ho predisposto anche una traduzione a fianco, per i non grottesi naturamente, sperando di non aver fatto errori gravi.
Ma le ''sbacchettate'' del mercoledì santo, chi può dirmi cosa sono?
E le buzzere? :(
Lillo, Antonio, Filippo, professore, Ghiga, Cristina, mister G.: help me!
Paolo
giovedì 10 gennaio 2002 - 14.11.08

Grottesi o grottammaresi?
EVVIVA i Grottesi anche si vivo in Francia Grottammare mi mancaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Samu
mercoledì 13 febbraio 2002 - 16.49.12

grottammaresi o grottesi?
Evviva i grottesiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
samu
mercoledì 13 febbraio 2002 - 17.00.23

grottammaresi o grottesi?
Evviva i grottesiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
samu
mercoledì 13 febbraio 2002 - 17.01.31



Elaborato da S* - Web Site Store (v1.0.0)